Cerca
  • Erika Ongaro

I 5 errori più grandi con gli anziani durante il COVID-19


In questo periodo di incertezza generale portata dall'emergenza sanitaria in atto, la la fascia di popolazione sicuramente più colpita dal virus è quella degli anziani: sono loro che ora più che mai hanno bisogno di maggiori attenzioni e cure, in modo da prevenire qualsiasi tipologia di rischio. 


Per proteggerli e supportarli durante questo momento particolarmente difficile, occorre prestare molta attenzione ed altrettanta delicatezza.


Scopri quali sono i 5 errori più grandi con gli anziani durante il Covid-19:


1- Credere che non capiscano ciò che accade:

Le persone fragili potrebbero non comprendere appieno ciò che sta accadendo a causa del COVID-19, ma questo non significa che non “percepiscano” il cambiamento che è avvenuto nelle loro vite. Anche in fasi di demenza più avanzate le persone continuano a sentire le emozioni.


2- Seguire programmi televisivi nei quali si parla solo di COVID-19:


La televisione è uno strumento potente, spesso alcune persone fragili non riescono più a distinguere tra ciò che viene detto dai mass media e la propria realtà. Tendono pertanto ad attivare delle emozioni molto più intense rispetto a chi non deve far fronte al declino cognitivo. Si assiste così in alcuni casi al peggioramento dello stato di angoscia o di paura per ciò che è fuori dal proprio spazio o addirittura il timore si può riversare nei confronti dei propri congiunti.

Pertanto SI alla televisione ma alla visione di programmi che possano creare uno stato il più possibile di calma e gioia: documentari, film preferiti, Carosello ecc… questo aiuta a creare un clima più sereno.


3- Non usare la tecnologia:

Spesso pensiamo che la persona con demenza non possa utilizzare mezzi tecnologici.

Tendiamo a dare per scontato che senza il contatto fisico la relazione non possa essere possibile.


In uno studio pubblicato nel 2008 è stato dimostrato quanto sia importante utilizzare le chiamate Skype per mantenere il contatto con i familiari, questo diminuisce di molto il senso di isolamento e di depressione di entrambi.

Per maggiori approfondimenti clicca qui.


4- Eliminare ogni routine giornaliera:

Sicuramente il COVID-19 ha modificato ogni nostra abitudine. Per la persona affetta da demenza le routine giornaliere sono però fondamentali. Cerchiamo di mantenerne ancora alcune: creano un senso di maggiore sicurezza.


5- Pensare che non abbiano paura:

Nonostante la demenza la persona continua a provare emozioni, può avere paura per ciò che sta accadendo e mostracelo in modi non sempre così comprensibili. A volte è necessario entrare nel suo mondo per comprendere appieno i timori che fanno attivare certi comportamenti che consideriamo bizzarri.


Questi sono gli errori più frequenti commessi durante l'emergenza sanitaria.


Se hai qualche dubbio o domanda, commenta qui sotto o scrivi una mail a info@erikaongaro.com e saremo felici di risponderti!



Erika Ongaro

Formatrice ed educatrice in ambito socio sanitario, esperta del Metodo Validation e membro della Commissione Europea Validation.

Email: info@erikaongaro.com

Phone: +39 334 8156 720

Gruppo Facebook

© 2019 by Erika Ongaro |  Privacy Policy  |   P.Iva 04198730162